10 modi per… non sprecare il tempo!

Qualche idea da proporre ai ragazzi per riempire un pò le loro giornate??

30-day challenge

Ogni giorno per un mese prova a pensare una canzone, un film, un libro o una serie tv che ti ha reso felice o triste, che ti ha fatto cambiare idea su un determinato argomento, che ti ha ispirato a creare o portare a termine un progetto che rimandavi da tempo! Se ti va, pubblicale su qualche social e invita altri a parteciparvi.

Cucinare

Un dolce, un primo piatto, un antipasto…quale altro modo migliore per occupare il tempo, soddisfare il proprio appetito e migliorare le proprie abilità se non stabilirsi in cucina e dare libero sfogo alla creatività?

Inventare un logo/timbro per il proprio oratorio

Sì, lo sappiamo…è triste vedere il proprio oratorio chiuso, abbandonato a se stesso e senza che qualcuno possa avvicinarsi! Però, per quando sarà possibile riaprire, non sarebbe bello rinnovarlo, cambiare quei dettagli che da tempo vengono tralasciati? Prova a reinventare il logo del GrEst o dell’oratorio stesso o dai vita a un vero e proprio contest!

Sperimenta il fai-da-te

Sicuramente in queste settimane ti sarai accorto di tutte le cose che hai in casa ma che non usi da anni ma che ti rifiuti di buttare oppure di quei materiali che potresti impiegare per creare qualcosa ma non hai mai tempo di fare! Beh, ora è il momento giusto!

Fare un “diario di bordo”

Tra qualche anno guarderemo a questo periodo come un lontano ricordo e forse ci saremo dimenticati delle sensazioni che abbiamo provato o di come abbiamo occupato il nostro tempo…perché non scrivere un diario?

Creare una gif che esprima il tuo stato d’animo

Non potendo trovarsi con i propri amici è difficile a volte esprimersi come vorremmo, soprattutto se si sta conversando per messaggio…una bella gif risolverebbe il problema, no?

Fai un origami..e postalo!

Invece che buttare quel pezzo di carta che non vuoi più utilizzare, perché non dargli nuova vita facendone un origami da esporre sulla tua scrivania?

Crea la tua mascherina personalizzata

Certo, non è un sostitutivo di quella chirurgica fornita dalla Protezione Civile, ma è un ottimo modo per mettersi alla prova seguendo i vari tutorial su internet. Sarà “un sarebbe proprio” da abbinare ai propri outfit!

Cimentati nell’antica arte dell’uncinetto!

Chi di noi non ha mai pensato di riprendere le antiche tradizioni di famiglia e imparare a rammendare o addirittura dare forma ai propri vestiti autonomamente?